partecipazioni matrimoniali

Partecipazioni matrimoniali? NO ai social!

Il vostro amato vi ha chiesto la mano e siete al settimo cielo! ma dopo aver concordato la data, scelto chiesa e location, non vi resta che annunciare il vostro matrimonio con le famose partecipazioni matrimoniali!

Partecipazioni matrimoniali social?

Qual è il modo migliore, se non quello della classica partecipazione? Evitiamo inviti tramite whastapp, gruppi su facebook, o (peggio ancora) partecipazioni inviate tramite e-mail!

Il matrimonio è un evento davvero importante, quindi senza strafare, organizziamolo nel modo più indicato e tradizionale…e poi non c’è niente di più bello che scegliere con il proprio compagno la tipologia della carta, la sua grammatura, il font, la forma, il colore; collaborando con i veri professionisti del settore, si hanno sempre ottimi risultati e soprattutto budget adeguati! Quindi, da wedding planner tradizionalista, il mio consiglio è quello del “NO al fai da te” e soprattutto “NO alle partecipazioni matrimoniali social”!!!

partecipazioni matrimonialiPartecipazioni matrimoniali classiche

La carta ha sempre il suo fascino. Ha un sapore che difficilmente un computer o un telefono posso trasmettere. Poi, come dico sempre, la partecipazione è il biglietto da visita del vostro matrimonio!

Ormai il mondo wedding ci offre tantissime idee e spunti per far si che il nostro matrimonio sia pianificato proprio come lo abbiamo sempre sognato! Ogni matrimonio ha il suo stile e gli stili delle partecipazioni matrimoniali sono davvero infiniti!

Partecipazioni matrimoniali: come scriverle.

Ma come si scrive una partecipazione? Cosa molto importante è chiarire che la partecipazione è quella dove si annuncia il matrimonio, dove si scriveranno i nomi degli sposi, con i loro indirizzi di abitazione, il nome della chiesa dove verrà celebrato il matrimonio, l’ora e e l’indirizzo della chiesa, mentre un cartoncino a parte verrà formato l’invito, l’invito per il festeggiamento del matrimonio, si scriverà l’indirizzo della location.

Tradizione vuole che l’annuncio del matrimonio venga dato dai genitori degli sposi agli invitati.

Importantissimo è scrivere il nome sulle buste, rigorosamente a mano (e non stampate con etichette raccapriccianti)!

Se non avete una bella grafia, chiedete aiuto a qualche amica o a un calligrafo, non sbaglierete di sicuro!

Le partecipazione vanno spedite per nucleo famigliare, scrivendo per intero anche i nomi delle vie, o piazze, evitando abbreviazioni, come P.zza O V.le.

Meglio evitare i titoli accademici, come “Dott.” o “Prof.” e, consiglio utile, in questo caso prima del nome scriveremo “Gentilissima”, “Gentilissimo”, anche in casi di zia o zio.

NO ai soprannomi! Nel caso di un invito aperto a tutta la famiglia, scrivere “Gentilissimo Mario Rossi e Famiglia”, in modo da far capire che si intende invitare tutta la famiglia!

Questi sono alcuni piccoli consigli, se volete sbirciare alcune tipologie di partecipazione, passate trovarmi nel mio atelier in Via Lazzaro Papi, 9 Porta Romana angolo via Pietro Colletta a Milano o sulla mia pagina fb.