Diario wedding, Cena Placée: Tavoli rotondi o tavolo imperiale?

Care Sposine, sono tornata con un nuovo articolo, oggi parleremo dell’allestimento per il ricevimento, l’anno 2017 posso confermare essere stato l’anno dei matrimoni con il favoloso tavolo imperiale (lo ammetto sono di parte, io lo adoro) ma voglio sfatare un mito, non è assolutamente monotono!

Al contrario di quanto si possa pensare, con il tavolo imperiale possiamo creare tantissimi e diversissimi mood, quest’anno ho affrontato diversi temi, per un matrimonio di Giugno in un’incantevole cascina nel Lodigiano, il tavolo imperiale era basato sulle varie tonatiltà di rosa delle peonie,tovaglia in netto contrasto color yuta e tovaglioli e piatti in avorio, colori che riprendevano il moodboard dell’evento, a Luglio invece in una villa maestosa il tavolo imperiale lungo 44 metri pronto ad ospitare ben 144 invitati era posizionato lungo un viale alberato e come sfondo la bellissima facciata di Villa Arconati, l’allestimento era semplice e sofisticato tovaglia in lino bianco, centrotavola con garofani e roselline mini eden alternate a candele, sedie sbiancate chiavarine, tutto contornato da giochi di luci create da led colorati e candele.

Nel mese di Settembre ci siamo spostati lungo la rive del fiume Mincio, una location da sogno e su un isolotto sotto alberi di salice e lucine da “sagra” come se fosse un cielo stellato Lalli&Fede hanno visto realizzare il loro sogno, in perfetto stile Boho Chic, il tavolo imperiale era nudo senza tovaglia, il colore caldo del legno faceva risaltare i piatti avorio e i bicchieri in cristallo bordati oro, menù con applicati fiori essiccati, sedie incrociate in stile vecchia “trattoria” con legato il numero sullo schienale indicava il posto riservato all’ospite, questi sono alcuni esempi di quello che si può creare con un meraviglioso tavolo imperiale….

Ma non sempre possiamo basarci sulle nostre idee, come purtroppo è capitato, alcune location hanno sale piuttosto piccole e di conseguenza,bisogna allestire con i tavoli rotondi, quindi il mio consiglio è quello di prendere bene le misure prime di iniziare a fantasticare con i vari allestimenti, altrimenti possiamo rimanerci male!

Ho sentito spesso dire che il tavolo imperiale è meno conviviale rispetto al tavolo rotondo, in realtà se guardiamo  bene, è proprio il contrario.

I tavoli rotondi non sono da abbandonare, anzi per chi ama la tradizione spesso li consiglio, ma anche su una mise en place classica possiamo personalizzare e rendere tutto unico, ormai il mondo del matrimonio  offre davvero tante soluzioni, l’importante è essere si originali, ma sempre con gusto.

Avere tante idee per il vostro matrimonio è una passo positivo, l’importante è fare tutto con coerenza,e se avete qualche dubbio o avete voglia di conoscermi, passate in Atelier! io vi aspetto,

A presto, La Sposa Vispa.